Categoria: La Storia

GORO E YAMADORI
01
072018
1 Luglio 2018

Proseguiamo con l’analisi dei personaggi di Madama Butterfly da parte del musicologo Michele Bianchi  Goro è il nakodo, ossia il mediatore matrimoniale che, per parcella («sol cento yen»), fa conoscere stranieri e donne locali. E’ lui che ha determinato il fatale incontro fra Butterfly e Pinkerton e predisposto il loro matrimonio ‘temporaneo’. E’ molto professionale...

SUZUKI, I PARENTI E GLI AMICI
01
062018
23 Maggio 2018

Proseguiamo con l’analisi dei personaggi di Madama Butterfly da parte del musicologo Michele Bianchi SUZUKI Inizialmente Suzuki è serena, e a Pinkerton si presenta con ‘chiacchera’ prolissa, da «cosmopolita». La citazione del ‘savio Ocunama’ e la dissertazione sul ‘riso’ suggeritale dall’estroversione di Pinkerton la presentano immediatamente come molto rispettosa e religiosissima. La sua loquela viene...

Sharpless: un farabutto?
01
052018
26 Aprile 2018

In Puccini il console acquista un rilievo, un’importanza ed una personalità che non si rinvengono nelle fonti (Loti, Long, Belasco). Affaticato per la salita sulla collina di Nagasaki, Sharpless si presenta subito in modo simpaticamente buffo: «E suda e arrampica! | Sbuffa, inciampica». Fa anche la predica all’aggressiva filosofia dello ‘Yankee vagabondo’: «E’ un facile...

Pinkerton: buontempone superficiale
01
042018
27 Marzo 2018

Un’interpretazione alternativa della figura di una Butterfly ‘malata’ (vedi l’articolo di marzo) si riverbera sugli altri personaggi principali: in primo luogo, Pinkerton. Spesso visto come una sorta di delinquente, merita un ricorso in appello. In una lunga ed articolata intervista con l’amico Carlo Paladini, poi pubblicata con largo anticipo rispetto alla prima di Butterfly, è...

Ma Butterfly doveva proprio suicidarsi?
01
032018
26 Febbraio 2018

Già nel primo atto dell’opera il motivo ricorrente “della morte” indica chiaramente che l’unico momento di vera gioia goduto dalla giovane giapponese è venato da funesti presagi. Non ricordo perché un’amica, bellissima centralinista in Mediavalle-Garfagnana a digiuno di opera, mi abbia chiesto il libretto di Madama Butterfly. Lo sfoggio di cultura drammaturgica aveva evidentemente aperto...

Un tempo non perduto
01
022018
9 Gennaio 2018

Continuiamo con l’omaggio che la redazione di LuccaMusica rende al caro amico Riccardo Ambrosini nel decennale della  sua scomparsa,  stimato glottologo e linguista di fama internazionale, che collaborò in passato con la rivista.  Il Direttore Francesco Cipriano   Ricordi incancellabili di anni difficili relativi alla vita culturale lucchese del dopoguerra Nel dopoguerra, quando molti non...

Lucca e il suo “atmosfero”
01
012018
13 Dicembre 2017

Con questo scritto la redazione di LuccaMusica rende omaggio al caro amico Riccardo Ambrosini nel decennale della  sua scomparsa,  grande glottologo e linguista di fama internazionale, che collaborò in passato con la rivista.  Il Direttore Francesco Cipriano   Ho ancora nella memoria, a distanza di sessant’ anni, un apprezzamento su Lucca di un militare americano...

Virtù e virtuosismo: da Cecilia ai Puccini
01
122017
28 Novembre 2017

Il giorno 22 novembre è dedicato a Santa Cecilia vergine e martire. Questa data trascorre oggi nella generale indifferenza, non coincidendo con nessuna festa o semplice memoria religiosa o civile. Ma non era così in passato, almeno sino alla fine del secolo diciannovesimo. In quel giorno e nella sua vigilia, in quasi tutte le città,...

Un paio di capponi per un nuovo mottetto
01
112017
9 Ottobre 2017

Le fonti documentarie del Settecento musicale lucchese non parlano solo di partiture ed esecuzioni, di cantorie e palcoscenici. Ci siamo già soffermati sui diari professionali dei primi Puccini e del contrabbassista Baldotti. Ebbene, essi illustrano anche modi di vita, consuetudini sociali, aspetti ambientali ed economici, costumi del tempo; al punto da proporsi come fonti primarie...

MARIA LUISA DI BORBONE E LE MUSICHE DI S. CROCE (seconda e ultima parte)

Riprendiamo, in concomitanza con le celebrazioni annuali dell’esaltazione della S. Croce, il discorso sulle musiche patronali all’epoca del Ducato borbonico (1817-1847), iniziato nel mese precedente. Si deve ricordare che Maria Luisa aveva scorto in questa tradizione un potente strumento di ricerca del consenso, trascurato dal precedente regime napoleonico dei Baciocchi. Lucca era infatti attaccatissima alla...